Questo sito usa i cookie per fornirti un'esperienza migliore. Se usi questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

OKCHIUDI
  • come aiutare i bambini a fare i compiti

    Come aiutare i bambini a fare i compiti con dei trucchi divertenti

    Pubblicato il 21.09.2022

    Panico da rientro in classe? Ecco come aiutare i bambini a fare i compiti!

    La scuola è appena iniziata, e così anche la temutissima routine dei compiti a casa, dramma pomeridiano di (quasi) ogni famiglia! Uno degli impegni più faticosi del genitore, infatti, è quello di motivare allo studio i propri figli, soprattutto quando questi vorrebbero solo riposare, giocare e divertirsi dopo una lunga giornata a scuola.

    Per invogliare i tuoi figli a studiare, evitando crisi, nervosismo e stress, è possibile mettere in atto alcune semplici strategie. Ecco, quindi, 10 consigli su come aiutare i bambini a fare i compiti, rendendo più proficuo e meno faticoso il momento dello studio pomeridiano.

    Come invogliare un bambino a studiare in 10 step

    Quanto vorresti che i tuoi bambini tornassero da scuola e si mettessero da soli a fare i compiti senza urla, pianti, capricci e continui solleciti? Sarebbe un sogno che si avvera!

    Purtroppo, però, nella vita reale questo non accade quasi mai e tocca a te, genitore, armarti di tanta pazienza e inventarti mille stratagemmi per stimolare e invogliare i tuoi bambini.

    Per aiutarti, ecco 10 idee su come invogliare un bambino a studiare a casa:

    1. Spiegagli i benefici dello studio. Premessa fondamentale perché tuo figlio comprenda il senso di ciò che sta facendo, è parlargli dell'importanza dello studio e di come influenzerà positivamente la sua vita. Prova a stimolarlo spiegandogli che imparare cose nuove lo farà crescere e sarà fondamentale per realizzarsi personalmente e capire cosa vorrà fare da grande.
    2. Organizza il tempo. É importante che il bambino non passi l’intero pomeriggio sui libri e non sia costretto a studiare immediatamente dopo aver mangiato, soprattutto alle scuole elementari. Stabilire degli orari da rispettare potrebbe agevolarlo, in modo tale che gli resti il tempo per curare i suoi hobby, giocare e fare attività outdoor per i bambini.
    3. Scegli insieme a lui il luogo adatto per studiare. Trovate un ambiente di studio adatto, comodo, silenzioso e senza grandi distrazioni. Sistematelo insieme, in modo da avere a disposizione tutto il materiale scolastico necessario.
    4. Crea un programma di studio con piccoli obiettivi. L’organizzazione è fondamentale, se ti stai chiedendo come aiutare i bambini a fare i compiti. Controlla insieme ai tuoi figli i compiti da fare e aiutali a creare una tabella di marcia: insegnagli a suddividere il tempo a disposizione per le varie materie, cominciando a studiare prima le materie più difficili, che richiedono più tempo. Organizzate lo studio definendo dei piccoli obiettivi intermedi, in modo che una volta raggiunti, il bambino possa sentirsi gratificato e stimolato.
    5. Fagli fare delle pause. Ogni mezz’ora di studio, o tra una materia e l’altra, inserisci una pausa durante la quale il tuo bambino possa sgranchirsi, fare merenda o svagarsi. Ricordati però che una pausa troppo lunga potrebbe deconcentrarlo, quindi fai in modo che pause non superino i di 5-10 minuti.
    6. Invita dei compagni di studio. Di tanto in tanto, invita a casa un compagno di scuola con cui studiare. Magari un pomeriggio in cui i compiti non sono tanti, in modo tale che resti anche del tempo per giocare insieme.
    7. Rendi i compiti divertenti. Prova a proporre i compiti sotto forma di gioco, immaginando ad esempio, di ritrovarvi nell’epoca storica che sta studiando. Oppure imposta le domande come se stesse partecipando ad un quiz televisivo!
    8. Usa dei supporti. Per coinvolgere il tuo bambino, prova a utilizzare supporti video, schede o immagini. Per i problemi di matematica puoi usare caramelle, dolcetti e figurine; se sta imparando a leggere, usa dei testi che possano coinvolgerlo, come canzoni o ricette da fare insieme. Se l’argomento è difficile, cerca in rete un video che spieghi il tutto con semplicità.
    9. Incoraggialo, spronalo e gratificalo. Sii sempre positivo, incoraggia il tuo bambino, gratificalo e non dimenticare di complimentarti con lui per i risultati positivi. Cerca di stimolarlo sempre con delle piccole sfide, magari usa frasi tipo “questo è difficile, vediamo se sei capace!”. È vero che studiare è un suo dovere, ma non escludere la possibilità di premiarlo per dimostrargli che sei fiero di lui e che hai notato il suo impegno. E quando sbaglia? Non criticarlo e non fargli subito notare l’errore, ma invitalo a rileggere e a capire che cosa ha sbagliato.
    10. Acquista accessori e cancelleria di suo gusto. Circondare il tuo bambino di gomme, matite, quaderni, colori e accessori alla moda, colorati, allegri e che riflettano i suoi gusti, renderà il momento dello studio molto più divertente.

    Come aiutare i bambini a fare i compiti con gli accessori giusti! 

    Ora che sai come aiutare i bambini a fare i compiti, prova a rendere questo momento più allegro e leggero, acquistando per il tuo bambino i migliori accessori scolastici. Come quelli che trovi sullo shop online di Cartoon Group!

    Sul nostro sito troverai tantissimi articoli per la scuola, come zaini, astucci, diari, gomme e matite con i personaggi di film, cartoni e fumetti più amati dai bambini.

    Scopri tutta la nostra selezione di astucci per la scuola, come l’astuccio Disney Cars o il set per la scuola di Minnie, che comprende due astucci e il diario. 

    Se hai bisogno di altri consigli su come rendere più allegro il momento dei compiti per i tuoi bimbi, contattaci e ti forniremo tutte le informazioni necessarie sui nostri prodotti per la scuola.

    Continua a leggere
  • come organizzare una festa di halloween per bambini

    Dolcetto o scherzetto? Come organizzare una festa di Halloween per bambini

    Pubblicato il 21.09.2022

    Tra paura e magia, ecco come organizzare una festa di Halloween per bambini

    Zucche stregate con occhi fiammeggianti, streghette, mummie, vampiri, ragnatele, pipistrelli e tanti, tantissimi dolcetti: tutto questo è Halloween, la festa più spaventosa dell’anno!

    Se vuoi organizzare un party per il tuo bambino e i suoi amici, per festeggiare questa festa tanto amata anche nel nostro paese, ecco 5 idee su come organizzare una festa di Halloween per bambini davvero memorabile.

    Come organizzare una festa di halloween per bambini in 5 mosse

    Se è la prima volta che ti destreggi tra mostriciattoli, zucche e vestiti “spaventosi”, è probabile che tu ti stia chiedendo da dove cominciare per organizzare una festa di Halloween per bambini che sia davvero divertente.

    Ecco allora qualche consiglio pratico:

    1. Scegli la location: se gli invitati sono pochi, puoi optare per la tua casa, a patto di avere una sala abbastanza grande per far giocare e divertire tutti i bambini. Se gli invitati sono più di 10, meglio scegliere un locale specializzato in feste per bambini.

    2. Crea degli inviti a tema: dopo aver deciso insieme al tuo bambino quali e quanti amichetti invitare, divertitevi insieme a creare degli inviti “mostruosi”. Volendo, puoi farli a mano, armandoti di cartoncini, colla, forbici, colori e tanta fantasia. Oppure puoi comprarli già fatti, probabilmente la soluzione più semplice e infallibile. Un’ultima opzione è mandare gli inviti tramite WhatsApp o via mail, ricordandoti di scrivere tutte le informazioni fondamentali, come data, ora, luogo e conferma di partecipazione.

    3. Organizza il buffet: per un perfetto buffet di Halloween, oltre a tante caramelle di ogni forma e sapore, puoi creare dolcetti e torte alla zucca, fantasmi fatti con mezze banane con occhi di cioccolata, o biscotti a forma di pipistrelli, ragni o fantasmi decorati con la glassa.

    Per i salati, arrotola delle strisce di pasta brisée o sfoglia attorno a dei wurstel, aggiungi degli occhietti ed ecco delle simpaticissime mummie tutte da gustare. Vuoi servire delle dita mozzate e sanguinanti? Prendi dei wurstel, a una estremità inserisci una mandorla (per ricreare l’unghia) e l’altra riempila di ketchup, e il gioco è fatto: un bel vassoio di dita mozzate da mangiare tutti insieme.

    4. Non dimenticare le decorazioni: puoi trovarle online, nei negozi specializzati.  In questi store a tema è ormai possibile trovare decine decorazioni, palloncini, festoni, ghirlande di luci, stoviglie e tovaglie a tema Halloween, con scheletri, pipistrelli, ragni, fantasmi, streghe, zombie e creature mostruose di ogni tipo. Insieme al tuo bambino, divertiti a cercare le decorazioni più belle e ad abbellire la sala per creare la perfetta atmosfera horror.

    5. Organizza l’intrattenimento: l’ultimo step è decidere come intrattenere i bambini e cosa far fare loro, in modo che tutti si divertano e si sentano coinvolti. Se vuoi organizzare una festa di Halloween per bambini che sia spassosa e indimenticabile, il più classico tra i giochi da fare è la pignatta, che i bambini si divertiranno a distruggere per poi mangiare tutti insieme i dolcetti che contiene. Un altro gioco carino è la “pesca la mela”: senza l’aiuto delle mani, ogni bambino dovrà cercare di prendere con la bocca delle mele che galleggiano nell’acqua. Nel gioco della mummia, invece, gli invitati dovranno ricoprire un amico di carta igienica fino a farlo diventare una mummia. Altre ottime idee sono il truccabimbi, la creazione di piccoli lavoretti a tema da portare via come ricordo, o la proiezione di un film adatto all’occasione (e all’età degli invitati).

    Dove trovare i costumi e gli accessori di Halloween più belli e originali?

    Ora che sai come organizzare una festa di Halloween per bambini, devi solo procurarti tutto l’occorrente per renderla davvero terrificante.

    Insieme al tuo bambino, scopri tutti i prodotti in catalogo nello shop online di Cartoon Group: puoi scegliere tra decine di travestimenti per Halloween come il vestito da mummia o il vestito da scheletro, perfetti per la notte più spaventosa dell’anno.

    Per le bambine che si sentono un po’ streghette, sul nostro sito trovi dei bellissimi cappelli da strega da abbinare all’abito e ad una scopa color arancio, sulla quale volare via a fine serata!

    E poi asce, zucche, cerchietti, cestini, maschere e travestimenti degni del più pauroso film horror!

    Cosa aspetti? Contattaci e organizza insieme a noi il più bel party di Halloween che il tuo bambino possa desiderare.

    Continua a leggere
  • come vestire i bambini in autunno

    Addio bella stagione! Ecco come vestire i bambini in autunno

    Pubblicato il 13.09.2022

    Come vestire i bambini in autunno: ecco quali sono gli abiti giusti per questa stagione

    L’estate è agli sgoccioli e una nuova stagione sta per arrivare. Le lunghe e calde giornate lasciano il posto a temperature più fresche, alle prime piogge e a improvvise escursioni termiche, tipiche del periodo autunnale.

    L’autunno è il periodo in cui i nostri bambini vanno incontro ai primi malanni e raffreddori e, per evitare che accada, vestirli in maniera adeguata è fondamentale.

    Ecco, quindi, alcuni utili suggerimenti su come vestire i bambini in autunno, e quali capi scegliere per non farsi cogliere impreparati.

    Come vestire i bambini in autunno? 5 consigli per evitare di raffreddarsi

    Vestire i bambini in autunno non è semplice. Il clima autunnale, infatti, è molto variabile: nel periodo iniziale le giornate di sole si alternano a serate fresche e ventilate, mentre in prossimità dell’inverno arrivano i primi freddi.

    Ecco quindi 5 utili suggerimenti su come vestire i bambini in autunno in modo corretto:

    1. Abbigliamento a strati: il classico abbigliamento “a cipolla”, è l’ideale per l’autunno, perché consente ai bambini di indossare e togliere gli indumenti velocemente, a seconda del bisogno e del luogo.
    2. Occasione d’uso: l’abbigliamento da scegliere per i tuoi figli dipenderà dal luogo e dall’attività che andranno a svolgere. Le attività all’aperto, per esempio, implicano movimento:  una passeggiata nel bosco o una partita di calcio, dunque, richiedono un abbigliamento diverso da una classica giornata a scuola o un pomeriggio a casa dei nonni.
    3. Tessuti e materiali: i vestiti autunnali devono essere caldi e sufficientemente pesanti, ma è necessario che siano traspiranti, per evitare un’eccessiva sudorazione. Via libera a felpe, pile, cotone, jersey, ciniglia, tessuti tecnici, velluto e jeans, ma evita i maglioni di lana, adatti solo a climi molto rigidi. Per quanto riguarda i capi a diretto contatto con la pelle, prediligi sempre e solo fibre naturali, traspiranti, leggere e in grado di assorbire il sudore.
    4. Accessori: per far fronte ai primi freddi autunnali, un ruolo fondamentale lo svolgono gli accessori. Guanti, sciarpe, scaldacollo, cappelli, paraorecchie e calzettoni sono indispensabili per evitare raffreddori e mal di gola, tipici di questo periodo.  Per l’autunno orientati su accessori più leggeri, riservando quelli in lana al freddo invernale.
    5. Vestiti: Il primo consiglio è quello di scegliere capi comodi e confortevoli, che permettano al tuo bambino di muoversi agevolmente. Per il tuo bambino, infatti, è molto importante avere la possibilità di togliersi una felpa se suda o fa caldo o di rimetterla addosso se comincia a sentire freddo. Tra i capi perfetti per questa stagione ci sono i jeans, da indossare con una maglia a maniche lunghe o con una camicia, magari con sotto una t-shirt a maniche corte. In caso di freddo o pioggia, è consigliabile usare felpe, pile, giacche, cardigan, giubbotti, mantelle, giacche impermeabili o gilet trapuntati: sono perfetti e comodi da indossare. Oltre all’immancabile jeans, sono adatti all’autunno anche i pantaloni in velluto o in felpa, così come scamiciati o gonnelline abbinate a collant spessi e colorati. Un capo che non può assolutamente mancare nel guardaroba dei tuoi bimbi è il piumino, più sottile e leggero a inizio stagione, più spesso e imbottito per l’autunno inoltrato e l’inverno. Per quanto riguarda le scarpe, sempre meglio sceglierle chiuse, impermeabili, resistenti al freddo e traspirabili.

    Quali sono i capi più adatti ai neonati?

    Se i tuoi bimbi sono ancora piccoli e hai dei dubbi su come vestire i neonati in autunno, il primo consiglio è quello di scegliere sempre e solo cotone e tessuti naturali per gli indumenti che entreranno a contatto diretto con la loro pelle delicata. Dopo di che puoi procedere a strati con altri indumenti, come pantaloni, maglie, tutine in ciniglia, tute intere imbottite, collant, calzini, cappellini e tutto il resto.

    Il problema con i neonati sta nel fatto che non sono in grado di dirci a parole se hanno freddo o caldo, quindi sta a te capirlo attraverso l’interpretazione di alcuni segnali corporei, che a volte possono essere ambigui.

    Ad esempio, il fatto che manine e piedini siano freddi, non vuol dire necessariamente che loro sentano freddo e che tu debba coprirli di più. Il motivo è che nei neonati il sangue arriva più lentamente alle estremità, che per questo risultano più fredde al tatto. Quindi il modo migliore per verificare la temperatura di un bebè, e capire se ha freddo o caldo, è quello di controllare nuca e schiena, e non le estremità.

    Dove trovare l’abbigliamento giusto per vestire i tuoi bambini in autunno

    Ora che hai le idee più chiare su come vestire i bambini in autunno, visita lo store online di Cartoon Group e scopri tutta la nostra accurata selezione di capi per bambino e per bambina delle migliori marche.

    Guarda tutta la nostra gamma di pantaloni di jeans e di felpe aperte e chiuse: sono comodi, alla moda e perfetti per la stagione autunnale.

    Ma non solo: sul nostro shop puoi trovare maglie, giubbotti, camicie, vestiti, salopette, scamiciati, coprispalle e tantissimi altri capi di altissima qualità.

    E per i più piccini scopri la nostra selezione di body per neonato e tutine per maschietto e femminuccia, perfetti per il tuo bebè e per idee regalo fantastiche.

    Per altre informazioni sui nostri prodotti, sulle taglie e sulle disponibilità contattaci e ti aiuteremo a scegliere i capi perfetti per ogni esigenza.

    Continua a leggere
  • cosa mettere nell astuccio di scuola

    Cosa mettere nell'astuccio di scuola?

    Pubblicato il 13.09.2022

    Pronti al suono della campanella? Ecco cosa mettere nell'astuccio di scuola

    Anche quest'anno si avvicina il momento di organizzare con cura tutto il necessario per questo nuovo anno scolastico. Se hai già pensato a zaino, libri, diario e quaderni, non puoi dimenticarti dell’astuccio, accessorio indispensabile e amatissimo la cui scelta  è da sempre uno dei momenti più belli e divertenti per i bambini di ogni età.

    Ecco per te qualche utile consiglio su cosa mettere nell’astuccio di scuola dei tuoi figli, per avere sempre a disposizione tutto l’occorrente, sia alle elementari che alle medie.

    Guida all'acquisto di cancelleria per un astuccio perfetto e organizzato!

    Decidere cosa mettere nello zaino di scuola e riuscire a creare l’astuccio perfetto, sono  momenti molto importanti per i bambini, soprattutto per quelli di prima elementare, che si trovano ad affrontare un’esperienza del tutto nuova e una tra le tappe più importanti nel loro processo di crescita.

    In questa fase tanto impegnativa, soprattutto dal punto di vista psicologico, anche le piccole cose sono molto importanti. La scelta della cartella, del grembiule, dell’astuccio e della cancelleria, per un bambino sono un modo per esprimere la propria personalità e individualità.

    L’astuccio perfetto, però, deve soddisfare anche delle esigenze pratiche, perché deve contenere tutti gli strumenti necessari per il corretto svolgimento delle attività scolastiche dei tuoi bambini.

    Cosa mettere nell’astuccio di scuola, quindi?  Quali sono gli articoli che non devono proprio mancare? Scopriamolo insieme!

    Cosa mettere nell'astuccio di scuola alle elementari?

    In genere, soprattutto in prima elementare, nei primi giorni di scuola le maestre stilano un elenco del materiale scolastico da inserire nell’astuccio, sia per aiutare i genitori, sia per fare in modo che ogni bambino abbia tutto l’occorrente per le lezioni.

    Solitamente, gli accessori immancabili in un astuccio di scuola elementare sono:

    • Penne: quelle base sono rosse, nere e blu, ma ormai se ne trovano di tanti colori. Per quanto riguarda la possibilità di ricorrere a quelle cancellabili, tutto dipenderà dalle scelte individuali di ogni insegnante.
    • Pastelli colorati: sono molto usati alle scuole elementari, per questo meglio sceglierli di buona qualità, performanti e resistenti, piuttosto che sceglierne di più economici, poco scriventi e con una mina che si spezzi in continuazione.
    • Pennarelli: rispetto a quelli usati all’asilo, i pennarelli della scuola elementare devono avere la punta più fina, così da poterli utilizzare anche sui quaderni e per i compiti a casa.
    • Matite: sempre meglio scegliere le HB, una giusta via di mezzo tra quelle morbide e dure.
    • Temperamatite: scegli quello con il contenitore porta trucioli, per evitare che il tuo bambino si ritrovi a temperare sotto al banco, nell’astuccio o addirittura nello zaino.
    • Gomma per cancellare: in commercio se ne trovano di ogni forma, colore e profumo, ma nell’astuccio è importante che ce ne sia una bianca di buona qualità, in grado di cancellare bene la matita. Per quanto riguarda la gomma per la penna, tutto dipenderà dalle penne che si andranno ad utilizzare, poiché quelle cancellabili hanno già la gomma inclusa nel tappo.
    • Forbici con la punta rotonda: quelle con la punta arrotondata sono sicure e perfette per tagliare la carta. Sono utili tutto l’anno, ma immancabili in prossimità di qualche festività per fare i classici lavoretti da portare in famiglia.
    • Scotch e colla stick: sono indispensabili non solo per i lavoretti, ma per attaccare sul quaderno schede e fotocopie fornite dagli insegnanti.
    • Righello: deve essere di almeno 15 cm, meglio se trasparente e con i numeri ben leggibili.

    È molto probabile che tanti di questi accessori andranno persi, quindi il consiglio è quello di farne una scorta da tenere a casa e di etichettare con nome e cognome quelli che porteranno a scuola, così da non confonderli con quelli dei compagni.

    Guida all’astuccio perfetto: cosa serve alle scuole medie?

    Una sostanziale differenza tra scuole elementari e medie consiste nell’introduzione di nuove materie di studio, che richiedono l’acquisto di oggetti mai usati finora. Cosa mettere nell’astuccio di scuola, alle medie?

    L’astuccio perfetto deve adattarsi alle nuove esigenze e oltre a penne, matite, gomme, temperamatite dovrà contenere altri accessori come righe, forbici, colla, evidenziatori, compasso e bianchetto. Questi sono gli accessori base poi, a seconda della classe frequentata da tuo figlio, delle materie e delle richieste degli insegnanti, potresti dover aggiungere altre cose, come pastelli, goniometro e calcolatrice.

    Dove trovare tutto quello che ti serve per un astuccio completo!

    Dopo aver visto cosa mettere nell'astuccio di scuola il passo seguente è trovare tutto l’occorrente per creare un astuccio perfetto. Oggi, per fortuna, è possibile acquistare cancelleria online!

    Sullo shop online di Cartoon Group trovi tantissimi articoli di cancelleria perfetti per bambini di ogni età, come la nostra selezione di set di colori, perfetti anche come idee regalo per i bambini più creativi, così come le matite Disney, non solo utili ma anche belle e divertenti.

    Sempre sul nostro store, oltre a penne, gomme, zaini e diari, trovi anche tantissimo astucci per scuola super accessoriati e già completi di tutto l’occorrente per i tuoi bambini.

    Se vuoi sapere altro su tutti i nostri prodotti contattaci e ti forniremo tutte le informazioni di cui hai bisogno.

    Continua a leggere
  • come stupire un bambino

    Come stupire un bambino e renderlo felice

    Pubblicato il 29.08.2022

    Regali, emozioni e sorprese: ecco come stupire un bambino con un po’ di magia

    I bambini sono una fonte infinita di gioia ed emozioni e, spesso, un esempio da seguire per noi adulti. Tra le doti più belle e disarmanti dei bambini, c’è la capacità di sorprendersi ed entusiasmarsi anche per le piccole cose.

    Se stai organizzando una sorpresa per il tuo bimbo o la tua bimba, per festeggiare un’occasione particolare o solo per veder brillare i suoi occhi, ecco alcune idee su come stupire un bambino e vederlo sorridere di gioia.

    5 consigli su come stupire un bambino per sorprenderlo davvero!

    Al giorno d’oggi, in una società sovraccarica di stimoli e divertimenti, riuscire a sorprendere un bambino potrebbe non essere così semplice.

    Ecco perché abbiamo pensato ad alcuni suggerimenti per illustrarti come stupire un bambino e renderlo davvero felice:

    1. Regalagli un corso. Musica, danza, equitazione o altri sport: la creatività di un bambino è un bene prezioso e va stimolata. Regalargli un corso è un modo perfetto per stupirlo: in questo modo potrai incentivare le sue passioni e le sue attitudini, dimostrandogli che sei attento e partecipe dei suoi interessi.
    2. Organizza una giornata speciale. Un ottimo modo per stupire un bambino è farlo sentire al centro delle tue attenzioni. Pianifica un’intera giornata dedicata a lui, scegli delle attività da fargli fare, ancor meglio se potete farle insieme. Potreste passare una giornata in un museo, organizzare una merenda al mare, andare allo zoo, in un parco avventura, in una fattoria didattica o al luna park. Oppure potresti portarlo a vedere quel film che attendeva tanto o alla partita della sua squadra del cuore. Qualunque esperienza tu decida di fargli fare, vivila con lui: la sua giornata speciale si trasformerà in un ricordo prezioso e indelebile.
    3. Crea un blocchetto di coupon personalizzato. Procurati un piccolo blocco e divertiti a creare tanti coupon diversi che il tuo bimbo potrà usare in qualunque momento lui voglia. Qualche esempio? Magari potresti creare dei buoni con su scritto “serata giochi in famiglia”, “passeggiata con gelato” o “restare alzati un’ora in più”. Mettendo in gioco tutta la tua fantasia e tenendo conto dei desideri e dei gusti del tuo bambino, il risultato sarà sorprendente.
    4. Fagli un regalo inaspettato. Se ti stai chiedendo come stupire un bambino, i regali inaspettati sono un’ottima soluzione! Se desidera tanto qualcosa, regalargliela quando meno se lo aspetta: di sicuro lo farà esplodere di gioia! Regalagli una bicicletta, uno skateboard, una macchina fotografica, un libro o un gioco: l’importante è che sia qualcosa di speciale e che davvero lo appassioni. I tuoi figli o i tuoi nipotini apprezzeranno di sicuro!
    5. Nascondi qui e là piccole sorprese. Prendi delle cose che il tuo bambino ama, come snack, caramelle, figurine o piccoli pensierini, e nascondile in posti improbabili. Ad esempio nelle sue tasche, sotto il cuscino, nello zainetto, tra le pagine di un libro, nell’astuccio delle penne o in altri posti in cui non si aspetterebbe mai di trovare una sorpresa. Vedrai che la sua reazione sarà impagabile!

    Sorprese fantastiche per il tuo bambino e dove trovarle!

    Adesso che sai come stupire un bambino, non ti resta che trovare tutto ciò che ti serve per fargli una sorpresa grandiosa e inaspettata.

    Sul sito di Cartoon Group potrai trovare tanti modelli di biciclette per bambini, per maschietto e femminuccia, di diversi colori o personalizzati con i personaggi più amati di fumetti e cartoni animati.

    Se hai deciso di stupire il tuo bambino con una giornata all’aperto, scopri la nostra selezione di borracce e porta-merenda, perfetti per ritrovare le giuste energie tra un’avventura e l’altra! Oppure i nostri coloratissimi teli da mare, ideali per un picnic sulla spiaggia.

    Ma le sorprese sul nostro shop online non finiscono qui! Consulta il nostro catalogo: troverai una vastissima scelta di peluche, giochi, oggettistica e un’accurata e vasta selezione di capi di abbigliamento perfetti per ogni occasione.

    Per avere maggiori informazioni su tutti i nostri prodotti, contattaci e saremo lieti di consigliarti e assisterti nelle tue scelte.

    Continua a leggere
  • festa di battesimo

    Festa di battesimo: 5 idee originali per organizzarla in casa

    Pubblicato il 29.08.2022

    Come allestire una festa di battesimo: idee e suggerimenti per un evento perfetto

    Il battesimo è un evento molto importante per un bambino e per la sua famiglia, poiché il neonato inizia la propria vita spirituale e viene presentato a tutti i parenti e agli amici più cari. Spesso, però, la scelta della location ideale può risultare più complicata del previsto.

    Sei in cerca di suggerimenti per una festa di battesimo?

    Ecco alcune idee originali per rendere questo giorno ancora più speciale organizzando un party perfetto a casa tua!

    Festa di battesimo: 5 idee creative per stupire gli invitati

    È in arrivo un’occasione speciale per il tuo bambino e la tua famiglia. E quale luogo migliore per festeggiare un momento così importante, se non a casa propria?

    Se hai bisogno di spunti creativi per una festa di battesimo, ecco 5 idee per stupire amici e parenti con un mega party tra le mura di casa:

    1. Inviti. Una volta stilata la lista degli ospiti, crea degli inviti personalizzati! Se sei brava a disegnare puoi farli a mano, oppure puoi cercare spunti su internet o realizzarli tu stessa uno con il pc, scegliendo una foto del tuo bimbo e delle grafiche adatte all’occasione. Non dimenticare di scrivere tutte le informazioni necessarie e una richiesta di conferma di partecipazione all’evento.

    Se desideri accelerare i tempi, puoi mandare il tuo invito via mail o social. Con WhatsApp, ad esempio, puoi informare i tuoi invitati in tempo reale e avere una conferma tempestiva sul numero di partecipanti.

    2. Decorazioni e allestimenti. Che tu decida di festeggiare in salone, in terrazzo o in giardino, scegliere gli addobbi e gli allestimenti giusti è fondamentale, per dare la giusta atmosfera al tuo party e renderlo accogliente e confortevole per i tuoi invitati.

    Se hai deciso di organizzare un party tema, o se hai scelto dei colori per caratterizzare la festa, usali come linee guida per la realizzazione delle decorazioni e per la scelta di fiori, palloncini, festoni, tovaglie e stoviglie.

    Per quanto riguarda gli allestimenti della tavola, se gli invitati sono tanti, la scelta più pratica è quella di ricorrere a piatti, tovaglioli e bicchieri di carta.

    3. Buffet. Se sei una persona creativa e hai deciso di organizzare una festa battesimo in casa, potresti occuparti del buffet in prima persona. Se i tuoi ospiti sono pochi, potresti optare per un pasto completo con più portate. In caso di un numero maggiore di invitati, invece, la scelta migliore è il buffet.

    In entrambi i casi, meglio optare per un buffet da consumare in piedi, così che i commensali possano servirsi da soli e chiacchierare amabilmente tra di loro. Per quanto riguarda i dolci fai in modo che siano gustosi, invitanti e in linea con il tema e i colori della festa. E ovviamente non dimenticare i confetti!

    4. Bomboniere. Se hai scelto la tua casa come location per la festa battesimo e cerchi idee originali, ecco una soluzione davvero brillante: hai mai pensato di confezionare le bomboniere con le tue mani? Niente paura, è più semplice di quel che credi: ti basterà recarti nei negozi di hobbistica e nelle mercerie, procurarti tutto il necessario e mettere in gioco tutta la tua creatività.

    5. Intrattenimento. Contrariamente ai pranzi nei ristoranti, che a volte potrebbero risultare lunghi e noiosi, una festa di battesimo in casa consente di spezzare la monotonia e di intrattenere i tuoi ospiti con della musica o con attività e giochi da fare in compagnia. Se tra gli invitati ci fossero anche tanti bambini, una buona idea potrebbe essere quella di chiamare un intrattenitore professionista che li faccia divertire e consenta anche ai genitori di godersi l’evento.

    Dove trovare l’occorrente per la tua festa di battesimo?

    Adesso è tutto pronto per la tua favolosa festa battesimo, le idee che ti abbiamo proposto ti faranno fare un figurone! A questo punto, non ti resta che procurarti tutto il necessario per questo giorno indimenticabile!

    Sullo shop online di Cartoon Group troverai una golosa gamma di confetti, tra cui i confetti nascita Maxtris rosa, fatti con deliziose mandorle tostate, uno stato di zucchero sottilissimo e cioccolato di prima qualità.

    Sempre nel nostro store online potrai trovare tante bellissime bomboniere per battesimo tra cui scegliere, e tantissimi astucci portaconfetti per dare quel tocco in più alla festa di battesimo del tuo bebè.

    Se hai bisogno di altre informazioni sui nostri prodotti, contattaci e saremo felici di assisterti nei tuoi acquisti e di darti altri spunti originali per una festa di battesimo in casa.

    Continua a leggere
  • bambino che non vuole dormire nel suo letto

    Ecco cosa fare se il tuo bambino non vuole dormire nel suo letto

    Pubblicato il 04.08.2022

    Come comportarsi quando un bambino non vuole dormire nel suo letto

    Far dormire il proprio bambino nel lettone, soprattutto quando è molto piccolo, è un’abitudine molto diffusa. La scelta del co-sleeping tranquillizza i genitori, perché permette loro di essere sempre a disposizione del bambino, e a quest’ultimo di sentirsi protetto e rassicurato dalla costante presenza di mamma e papà.

    Prima o poi, però, arriva il momento di iniziare a dormire nel proprio lettino, e spesso questa transizione non è affatto semplice.

    Vediamo cosa fare quando un bambino non vuole dormire nel suo letto e come affrontare questo momento senza ansie e stress.

    Perché è importante che un bambino dorma da solo?

    Imparare a dormire da soli è un passo importantissimo nella vita di ogni bambino. Psicologicamente rappresenta quel momento in cui ci si allontana dalle proprie figure di riferimento, si inizia ad essere più indipendenti e ad affrontare le proprie paure.

    È un momento di crescita fondamentale che richiede tempo e tanta pazienza; ciò che conta è accompagnare, passo dopo passo, il bimbo in questo percorso verso nuove abitudini, creando per lui un’atmosfera serena e una routine tranquillizzante.

    Ma come comportarsi, quindi, quando un bambino non vuole dormire nel suo letto?

    Il tuo bambino non vuole dormire nel suo letto? Ecco 8 consigli per aiutarlo

    Far dormire un bambino nel suo lettino può rivelarsi complicato. Ma, con tanta pazienza, costanza e alcuni piccoli accorgimenti, vedrai che insieme riuscirete a compiere questo passo.

    Ecco 8 step da seguire per far sì che il tuo bimbo dorma serenamente nel suo letto:

    1. scegli il momento adatto: per avviare questa transizione, scegli un periodo sereno e senza altri cambiamenti importanti in vista (come un trasloco, lo svezzamento, l’abbandono del ciuccio o del pannolino, problemi del sonno, inizio dell’asilo etc.) per non stressarlo ulteriormente;
    2. prepara il tuo bambino a ciò che avverrà: spiega al tuo bambino cosa sta per accadere, in modo calmo e sereno, prospettandogli questo cambiamento come un passo positivo nel suo percorso di crescita. Mostragli tutti i vantaggi di questo passo, come l’avere tanto spazio per sé e i suoi pupazzi preferiti, la possibilità di personalizzare il suo lettino e di organizzare un pigiama party con gli amichetti;
    3. allestite insieme la cameretta: scegliete insieme lenzuola, cuscini, luci, peluche e tutto ciò che potrà rendere la sua stanzetta confortevole, accogliente e rassicurante;
    4. sfrutta i sonnellini pomeridiani per farlo abituare: sfrutta i riposini pomeridiani per far abituare il tuo bambino al suo letto, così inizierà ad associarlo all'azione del dormire in un momento meno stressante della notte;
    5. crea una routine della messa a letto: crea una routine rassicurante legata al momento della nanna. Un esempio potrebbe essere fargli un bagnetto rilassante, mettergli il pigiamino, raccontargli una fiaba, leggere un libro insieme o cantargli una ninna nanna, sempre rimanendo accanto a lui. Accarezzalo e resta al suo fianco finché non si addormenta, poi accendi una lucina, allontanati con delicatezza e ogni tanto torna a controllarlo;
    6. mantieni la calma ma mostrati risoluta: è molto probabile che tuo figlio faccia i capricci e ti chieda di tornare nel tuo letto. L’importante è non arrabbiarsi, restare calmi e sereni ma senza cedere. Tranquillizzalo andando più volte da lui, e riportalo con calma nel suo lettino ogni volta che si alzerà;
    7. cerca di capire perché non vuole dormire da solo: cerca di capire perché tuo figlio oppone resistenza. Esistono diversi motivi per cui un bambino non vuole dormire nel suo letto. I più comuni sono l’attaccamento ai genitori e l’abitudine, ma dietro può esserci anche la paura del buio o dei “mostri”, o un turbamento dovuto a qualcosa che ha visto o sentito. In ogni caso, capire la causa ti aiuterà a trovare una soluzione;
    8. incoraggia tuo figlio e loda ogni suo progresso: ripeti a tuo figlio quanto dormire da solo sia un passo emozionante, digli che sei orgogliosa di lui perché sta diventando grande e indipendente. Loda ogni suo progresso e incoraggialo sempre con positività e ottimismo.

    Come far dormire i bambini da soli personalizzando la loro stanzetta

    Se anche per il tuo bambino è arrivato il momento di passare dal lettone di mamma e papà al suo lettino, affidati a Cartoon Group per rendere la sua stanzetta e il suo letto il più accoglienti possibili.

    Visita il nostro store online e scopri tutta la gamma di biancheria per il letto personalizzata con i personaggi dei cartoon e dei fumetti più amati dai bambini.

    Per rendere il suo lettino ancora più comodo, aggiungici un morbido cuscino, come  il bellissimo cuscino di Minnie o un tenero peluche da abbracciare durante la notte. Ne trovi tantissimi nella nostra vasta selezione di peluche.

    Sempre sul nostro sito troverai pigiamini e pantofole per lui e per lei, sia estivi che invernali, e anche tante lampade da comodino di varie forme, per rendere ancor più sereno il riposo dei tuoi bambini.

    Se anche il tuo bambino non vuole dormire nel suo letto, allora contattaci e saremo felici di aiutarti a rendere la sua cameretta accogliente e rassicurante.

    Continua a leggere
  • cosa mettere nello zaino di scuola

    Primo giorno di elementari? Ecco cosa mettere nello zaino di scuola!

    Pubblicato il 04.08.2022

    L’inizio di un’avventura! Cosa mettere nello zaino di scuola per il primo giorno

    Settembre sta arrivando, e con esso il primo giorno di scuola per tanti bambini che si trovano a dover affrontare una nuova grande sfida.

    Il primo giorno di scuola elementare è un passaggio cruciale, ricco di emozioni, paure, gioie e grandi aspettative, non solo per i bambini, ma anche per i genitori, desiderosi di non far mancare nulla ai propri bimbi in un momento così importante.

    Vediamo allora cosa mettere nello zaino di scuola e come preparare i tuoi bimbi ad affrontare nel modo migliore un momento tanto importante della loro vita.

    Come preparare i bambini al primo giorno di scuola

    Il primo giorno di scuola è una tappa importante per i bambini, i quali si ritrovano in un contesto totalmente differente da quello della scuola materna, con attività, insegnanti e compagni nuovi, con cui rapportarsi.  È un momento entusiasmante, che però a tratti può essere anche stressante e complicato per un bambino di soli sei anni.

    Ecco alcuni consigli per aiutare il tuo bambino a vivere questo giorno più serenamente:

    • spiegagli cosa lo attende: con calma ma con entusiasmo, parla a tuo figlio di ciò che accadrà. Spiegagli come si svolgerà il primo giorno di scuola, fagli capire l’importanza dello studio e la bellezza di fare nuove amicizie. Mantenere un atteggiamento positivo e rassicurante, rasserenerà molto il tuo bambino;
    • fagli visitare la scuola e conoscere le maestre in anticipo: laddove fosse possibile, visitare insieme la scuola prima dell’inizio delle lezioni, per familiarizzare già con i nuovi ambienti, potrebbe essere un’ottima idea. Stessa cosa per quanto riguarda gli insegnanti e alcuni tra i futuri compagni; conoscerli in anticipo eviterà di ritrovarsi il primo giorno di scuola davanti a perfetti estranei;
    • comprate il materiale scolastico e preparate lo zaino insieme: comprare lo zaino, i quaderni, i colori e tutto l’occorrente per la scuola, è uno dei momenti preferiti di ogni bambino. Dopo aver acquistato tutto, divertitevi a riempire insieme lo zaino per il fatidico primo giorno. Se fatto con la giusta dose di allegria e fantasia, potrebbe diventare un momento di condivisione e collaborazione molto bello e utile per caricare di entusiasmo il tuo bambino.

    Ma cosa mettere nello zaino di scuola per un primo giorno memorabile?

    Cosa mettere nello zaino di scuola per il primo giorno?

    Molte scuole sono solite consegnare alle famiglie un elenco dell’occorrente da portare con sé, per facilitare i genitori e far sì che i bambini siano provvisti di tutto ciò che serve.

    Se non hai questa lista, non temere! Ecco alcuni suggerimenti su cosa mettere nello zaino di scuola per arrivare preparati e pronti ad ogni evenienza:

    1. Un paio di quaderni e un astuccio con penne, colori, gomma e temperino: anche se il primo giorno di scuola è solitamente dedicato a fare conoscenza, a chiacchierare e ad ambientarsi, è probabile che le maestre decidano di far avvicinare i bambini all’alfabeto o di far fare loro dei disegni; per questo, carta, penne e colori sono fondamentali.
    2. Il diario: anche se in prima elementare non è molto usato, il diario, oltre a essere molto amato dai bambini di tutte le età, può essere utile alle maestre per dare comunicazioni importanti ai genitori.
    3. Una borraccia con dell’acqua e una merenda: la colazione per i bambini è fondamentale per ricaricarli di energia, per questo, a metà mattina in ogni scuola è sempre previsto uno spuntino, che sarà ancor più gradito se inserito in un bel porta merende, accompagnato da una colorata borraccia.
    4. Un piccolo asciugamani, uno spazzolino e il dentifricio: se vostro figlio dovrà rimanere a pranzo a scuola non dimenticate tutto l’occorrente per lavare i denti dopo aver mangiato.
    5. Tutti i recapiti telefonici dei genitori, dei nonni o di altre figure di riferimento, da contattare in caso di necessità.

    Dove trovare tutto l’occorrente per il primo giorno di scuola?

    Dopo aver visto come preparare lo zainetto per il primo giorno di scuola, il passo successivo è procurarsi tutto l’occorrente.

    Sullo store online di Cartoon Group troverai una vastissima selezione di zaini per la scuola perfetti per soddisfare i gusti di tutti i bambini e le bambine.

    Inoltre, troverai anche penne, colori, diari, matite e bellissimi astucci completi di tutto il necessario per scrivere e colorare, come il fantastico astuccio Frozen della Disney, con 3 scomparti pieni di penne, matite, gomme, righelli, temperamatite, pastelli Fila e pennarelli Giotto, oppure l’astuccio Avengers Marvel, perfetto per gli appassionati dei supereroi.

    E per la merenda? Sempre sul nostro sito, oltre a tante stoviglie utili e simpatici porta merende, troverai tante borracce per bambini, perfette per dissetare i tuoi figli durante la permanenza in classe.

    Per altre idee su cosa mettere nello zaino di scuola o se hai bisogno di ulteriori informazioni su tutti i nostri prodotti, contattaci: noi di Cartoon Group saremo lieti di rispondere ad ogni tua domanda.

    Continua a leggere
  • personalizzare-cameretta

    Come personalizzare una cameretta per bambina e farla sentire una principessa

    Pubblicato il 01.08.2022

    Bibbidi bobbidi boo! Ecco come personalizzare la cameretta per la principessa di mamma e papà

    Ogni bambina, a un certo punto della vita, sogna di essere una principessa, soprattutto in tenera età.

    Sebbene, con il passar del tempo, la figura della principessa nei cartoni animati e nei film si sia modificata verso un esempio di determinazione, forza e indipendenza, l’immaginario da favola fatto di coroncine, vestiti frusciante e letti a baldacchini resta vivo nella mente e nei desideri delle bambine.

    Ecco alcune idee su come personalizzare la cameretta di tua figlia per farla sentire una vera principessa.

    Come arredare una cameretta per una bambina e farle vivere una favola

    La cameretta è un luogo speciale per ogni bambina: è lì che gioca, legge, studia, nasconde i suoi segreti, sceglie di organizzare pigiama party con le amichette, sogna e immagina il suo futuro.

    Per compiere la magia di trasformare la sua stanzetta in un regno fatato, è necessario riuscire a conciliare funzionalità ed estetica, praticità e comodità, per rendere davvero felice chi la abiterà.

    Creare un magico reame per la tua piccolina, collaborando con lei per assecondarne desideri e bisogni, non è poi così difficile, basta seguire qualche piccolo suggerimento:

    • Colori: per creare l’atmosfera giusta la scelta dei colori è fondamentale. Tinte pastello, rosa pallido, oro, argento, panna e grigio chiaro sono i colori più adatti per arredi, tessuti e pareti degni di una principessa, ma non a tutte piacciono. Per questo, la cosa migliore è chiedere alla tua bimba quali colori predilige per realizzare la sua personale idea di principessa.
    • Arredi: in una stanzetta reale non può mancare un letto a baldacchino con drappi in tessuto o in tulle. Per evitare di comprare un nuovo letto, esistono in commercio dei baldacchini da installare sopra alla struttura preesistente, economici ma dalla resa eccellente (perfetti anche per proteggere la tua piccola dalle zanzare).

    Altro elemento immancabile è una toletta con specchio, davanti alla quale la tua bambina potrà spazzolarsi proprio come le principesse dei cartoon. A rendere il tutto ancor più perfetto, posiziona ai piedi del letto un baule in cui custodire le cose più preziose o segrete, e una comoda sedia imbottita, con uno schienale alto, così che ricordi il trono di una principessa.

    Una bella scrivania per studiare, una capiente libreria e delle mensole per oggetti vari e peluche, andranno a completare perfettamente tutto l’insieme.

    • Complementi d’arredo: piccoli specchietti decorati, magari con brillantini e paillettes, quadretti, scritte in legno, adesivi da parete, tappeti, tende e cuscini sono quei piccoli tocchi in più che daranno maggiore personalità a tutto l’ambiente.

    Infine, non dimenticare di curare l’illuminazione, fondamentale non solo per creare l’atmosfera giusta, ma anche per leggere e fare i compiti. Come prima cosa, scegli un bel lampadario: in commercio se ne trovano di ogni prezzo, materiale, colore e stile, quindi, non sarà difficile trovare qualcosa in linea con i gusti della tua principessina; ghirlande di luci e delicati abatjour faranno il resto.

    Dove trovare l’occorrente per personalizzare la cameretta di una bambina?

    Se la tua bambina sogna una camera da principessa e vuoi realizzare il suo desiderio, allora affidati a noi di Cartoon Group.

    Sul nostro sito troverai tantissimi accessori perfetti per personalizzare la sua stanza, come la maxi sagoma di Cenerentola da appendere al muro o al suo armadio, o il tappeto di Frozen in morbida microfibra e fondo antiscivolo.

    Per creare la giusta atmosfera, scopri la nostra selezione di lampade come quella a forma di cerbiatto o di unicorno, la lampada principesse Disney, raffigurante Belle, Aurora e Cenerentola, tre fra le principesse più amate da tutte le bambine.

    Sempre sul nostro store online, troverai coperte, cuscini e lenzuola, colorati portagioie,  morbidi peluche, orologi da parete, bambole di principesse e il bellissimo set coroncina, bacchetta e bracciale Disney, per incoronare la tua bimba come una vera principessa.

    Se hai bisogno di altri consigli su come personalizzare la cameretta di tua figlia e necessiti di altre informazioni sui nostri prodotti, contattaci e ti aiuteremo a realizzare la fiaba!

    Continua a leggere
  • come-scegliere-zaino-scuola

    Rientro sui banchi! Ecco come scegliere lo zaino per la scuola

    Pubblicato il 01.08.2022

    Stile comodità: consigli utili su come scegliere lo zaino per scuola nel modo corretto  

    Le vacanze stanno finendo e il giorno del rientro a scuola è sempre più vicino.

    Ogni bambino affronta questo momento a suo modo: c’è chi vorrebbe che l’estate non finisse mai, per giocare con gli amici e godersi il mare, e chi non vede l'ora di riabbracciare i propri compagni di scuola.

    Di sicuro, però, non esiste bambino che non adori il momento dedicato all’acquisto di penne, astucci, quaderni e diari, ma soprattutto dello zainetto, da sempre considerato un modo di esprimere il proprio stile e la propria personalità.

    Ecco come scegliere lo zaino per scuola tenendo conto non solo dei gusti dei tuoi bambini, ma anche dei loro bisogni e della loro salute.           

    Perché scegliere con attenzione lo zaino è così importante?

    Se dipendesse esclusivamente da loro, i bambini sceglierebbero il loro zaino solo in base ai loro gusti e alle mode del momento. Ma, senza trascurare i loro desideri, come genitore sai bene di dover prendere in considerazione anche altri aspetti, come struttura e comodità.

    Uno zaino sbagliato, unito al peso dei libri e quaderni, potrebbero causare mal di schiena, dolori cervicali, problemi plantari e posturali che il tuo bambino potrebbe portarsi avanti per anni.

    Ecco perché scegliere con cura lo zaino e cercare di non sovraccaricarlo, è estremamente importante per prevenire qualsiasi tipo di rischio per la salute dei tuoi figli.

    Se sei in cerca di zaini da comprare per i tuoi figli, o come regali per nipoti o amichetti, ecco alcuni suggerimenti utili per facilitare la tua scelta.

    Come scegliere lo zaino per la scuola: 6 aspetti da considerare

    Abbiamo visto perché scegliere uno zaino corretto è importante. Ma quali sono gli aspetti da prendere in considerazione in vista dell’acquisto?

    Ecco alcuni consigli su come scegliere lo zaino per la scuola nel modo corretto:

    1. Peso: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità un bambino non dovrebbe portare sulla schiena un peso superiore al 10-15% del suo peso corporeo, cosa che però raramente avviene. Per questo, oltre a cercare di ridurre il carico con alcuni trucchetti (testi scolastici in fascicoli, quaderni meno spessi o raccoglitore ad anelli, astuccio con cose essenziali), opta per zaini dalla struttura di partenza più leggera e che abbiano compartimenti, per una migliore distribuzione del peso. Se siete orientati per un modello trolley, sappiate che, inevitabilmente, la struttura di base peserà di più, nota dolente qualora lo si indossi sulle spalle. Se proprio non volete rinunciare alle ruote, scegliete un modello in cui siano removibili, così da adattarlo alle varie situazioni.
    2. Dimensioni: lo zaino ideale per i bambini dovrebbe misurare quanto il loro busto, con il fondo che va a poggiare sulla curva della parte bassa della schiena. Per quanto riguarda la capienza, i modelli ampliabili all’occorrenza sono molto comodi.
    3. Materiali: il materiale dello zaino deve essere in tessuto impermeabile, lavabile e traspirante, per non far sudare la schiena.
    4. Schienale: il supporto per la schiena deve essere imbottito, rinforzato, ergonomico e semirigido. Negli zaini sprovvisti di schienale, il carico si accumula tutto verso il basso, sbilanciando il baricentro e compromettendo la postura.
    5. Bretelle e cintura: per ben distribuire meglio il peso, alleggerire il carico sulle spalle e prevenire l’assunzione di posture scorrette, le bretelle dello zaino devono essere larghe, regolabili e imbottite. È inoltre importante che siano traspiranti e che lo zaino venga indossato sempre con entrambe le bretelle su tutte e due le spalle e non solo su una come spesso accade. Oltre alle bretelle anche la cintura addominale è importante, perché permette allo zaino di aderire bene al dorso.
    6. Strisce o inserti catarifrangenti: si tratta di un plus da non sottovalutare, perché permettono al tuo bambino di camminare in sicurezza anche in situazioni di scarsa visibilità.

    Cancelleria per la scuola: dove trovare l’occorrente per i tuoi bambini?

    Abbiamo appena visto quanto sia importante scegliere lo zaino giusto e quali sono gli aspetti da considerare prima di acquistarlo.

    Se sei alla ricerca di uno zaino che sia di alta qualità ma anche bello e alla moda, allora visita lo shop online di Cartoon Group.

    Sul nostro sito troverai una vastissima selezione di zaini per la scuola e per l’asilo come lo zaino scuola Minnie con scomparti, schienale e spallacci imbottiti e una pratica tasca termica; o il trolley d’asilo di Bing, personaggio tanto amato dai più piccini.

    Se il tuo bambino è un amante dei supereroi, allora di certo amerà il set zaino e astuccio Marvel o lo zaino estendibile di Spiderman con la pattina magnetica che  permette di cambiare tre diverse immagini per rinnovare il look dello zaino.

    Inoltre, potrai trovare zaini dedicati alle squadre del cuore, con i personaggi dei cartoon più famosi o zaini perfetti per i ragazzi più grandi, come lo zaino con tombolino Nasa

    Ma non solo zaini: nella nostra sezione dedicata alla scuola troverai astucci, diari e tutta la cancelleria necessaria ai tuoi bambini per tornare a scuola ben equipaggiati.

    Se vuoi altre informazioni su come scegliere lo zaino per la scuola o sui nostri prodotti, contattaci e saremo felici di aiutarti.

    Continua a leggere

36 risultati trovati (10 per pagina - 4 in totale)

1 2 3 4  
verified_user Pagamenti

Bonifico Bancario, PayPal, Carte di credito e postaPay

local_shipping Spedizioni

dal lunedì al venerdì con SDA-Poste Italiane

favorite Assistenza Clienti

Contattaci per informazioni allo 081 18409077

access_time Dal lunedì al venerdì

dalle 09:00 alle 13:00
dalle 14:00 alle 18:30

Point
Ready Pro ecommerce
^